Gustamodena.it - Trova e Gusta ristoranti a Modena e provincia
Benvenuto, serve aiuto? Clicca qui Benvenuto! Registrati oppure
Accedi attraverso il GustanetworkAccedi col tuo account Facebook

Via Giotto, Borghetto, VR
Valutazione:
Consigliatissimo!!
Prezzo a persona:
33.66 €
Servizio utilizzato:
ristorante
Contesto:
 
pranzo con famiglia
Commenti:
(0) vai ai commenti

lo zio

ha visitato il locale il 01/01/2017 lo zio avatar
288 Recensioni scritte dal 12/08/2011 3867 Punti

Come lo scorso anno evitiamo veglioni dell’ultimo dell’anno , raduni in piazza con freddo annesso e altre forme di festeggiamento insomma optiamo  per un profilo più sobrio per  concederci una gita fuori porta il giorno dopo  che ci porta in questo affascinante e romantico borgo medievale noto per la sua bellezza e per suoi mulini dove il tempo sembra essersi fermato . Dopo una sbirciata ad un noto portale, si decide di prenotare per questo locale con annesso hotel; all’ingresso una comoda e breve “rampa” per raggiungere il piano -1 un’unica sala con travi a vista, tavoli alla giusta distanza e accoglienza ottima. Menù di carne e di pesce di lago iniziamo con un paio di antipasti da dividere: “antipasto del contadino” che prevede salumi misti ( delizioso il prosciutto) con gustosa giardiniera fatta in casa e “antipasto del polentone” con sopressa veneta ( ad occhio simile al salame ma con gusto particolare)  + mousse di funghi (in realtà no mousse ma semplici champignon )+ salsiccia e pomodoro e naturalmente polenta “caldissima ” appena sfornata,  insomma un esordio di vera bontà  che ci porterà, vista l’abbondanza, ad esagerare e a compromettere in parte il prosieguo del   pranzo  .  Seguono i primi : 1 “ tortelli di stagione” con ricotta e  la variante particolare del sedano al posto degli spinaci  , 1 zuppa di cipolle con gli immancabili crostini  e per me saporitissimi (fin troppo) bigoli al torchio con sarde di lago unica annotazione privi (come i tortelli) di mantecatura ma forse qui si usa così (???).   Da Emiliano e Modenese  doc non potevo  astenermi dal chiedere  alla titolare informazioni sul “famoso” e tanto sbandierato in zona (oltre che presente in tutti i menù) “Nodo d’amore” di Valeggio in pratica trattasi di tortellini con pasta sfoglia sottile e ripieno di manzo, pollo , vitello e sedano,  da qui ne è nata una simpatica “disputa” campanilistica su quale fosse il migliore se il Valeggiano o l’Emiliano senza vinti nè vincitori. Veniamo ai secondi: un baccalà della tradizione veneta con polenta abbrustolita che non ha soddisfatto mia figlia anche se a parziale scusante per lei il traguardo era già oltrepassato,  una tenerissima e succulenta   tagliata di manzo con valeriana e aceto balsamico per mia moglie (assaggiata naturalmente)   un delicato e squisito   filetto di trota salmonata alla griglia  per me e come contorno per tutti  buone   patate al forno . Da bere pur trovandoci nella terra del custoza preferiamo un leggermente aromatico   lugana dei colli Vaibò  oltre ad un paio d’ acqua , chiudiamo infine con due caffè . In conclusione tirando le somme splendida giornata in un borgo incantevole impreziosito dall’ atmosfera Natalizia e  pranzo , tanto per rimanere in tema, col periodo abbondante e di qualità .

Alla prossima !

Consigliatissimo!!